Covid Spagna: obbligo mascherine all’aperto decade martedì 8 febbraio. La decisione del governo socialista

MADRID – In ogni parte d’Europa i governi decidono di ridurre le costrizioni in materia di pandemia per dare spazio alle libertà delle popolazioni e seguire le indicazioni della scienza. Solo in Italia il governo Draghi – Speranza continua nelle restrizioni che affossano l’economia, nel perseguire pervicacemente i no vax, nel promuovere lke vaccinazioni proposte dalle case farmaceutiche. Senza che vi siano risultati apprezzabili rispetto ad altri Paesi con meno restrizioni. e non si tratta neppure di questione dettata da ideologia politica, visto che governi più progressisti, come quello socialista di Sanchez in Spagna, allentano la morsa delle limitazioni.

La Spagna infatti abbandonerà martedì 8 febbraio l’obbligo di indossare mascherine all’aperto come misura per contrastare la pandemia da covid-19, misura che era stata reintrodotta a fine dicembre in seguito alla nuova impennata di casi dovuta alla variante Omicron. Lo ha confermato la ministra spagnola della Sanità Carolina Darias.
Il governo spagnolo prevede di approvare nel prossimo Consiglio dei ministri, in programma per martedì 8 febbraio, un decreto che eliminerà l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto, ha confermato la ministra della Sanità, Carolina Darias, in un’intervista concessa alla radio Cadena Ser, spiegando che gli indici epidemiologici “stanno migliorando”.
L’obbligo di indossare la mascherina all’aperto era stato reintrodotto in Spagna prima di Natale, mentre esplodevano i casi di Covid per l’espansione della variante Omicron del coronavirus. Il governo ha presentato il provvedimento come una “misura provvisoria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.